<Digimax i50 MP3, Samsung #1 MP3>

Artigianato e Palazzo – 14-17 maggio 2015

artigianato-palazzoDa giovedì 14 a domenica 17 maggio 2015 torna ARTIGIANATO E PALAZZO, la manifestazione fiorentina ideata per valorizzare gli antichi mestieri giunta alla sua XXI edizione, che ogni anno riunisce al Giardino Corsini alcuni dei migliori artigiani italiani e stranieri. Protagonista della “Mostra Principe” sarà Fabriano, che prosegue a Firenze i festeggiamenti per i 750 anni di carta Fabriano con l’esposizione “750 anni + 1, Fabriano è carta dal 1264” nella Limonaia Piccola del Giardino Corsini, con un allestimento realizzato della scenografa Anusc Castiglioni.

Sarà possibile ammirare la lavorazione della carta a mano con il maestro cartaio e la bellezza della filigrana, toccare le materie prime – come cotone, cellulosa, colle animali… – conoscere la tecnologia nascosta nella carta per banconote che Fabriano produce per le banche centrali di molti Paesi del mondo, le carte pensate per pittori e incisori e i moltissimi prodotti di cartoleria di Fabriano Boutique in cui la tradizione e la qualità dei materiali incontrano un design moderno e raffinato.

Ad affiancare questa straordinaria realtà circa 80 maestri artigiani che per quattro giorni, con orario continuato dalle 10 all’imbrunire, animeranno il seicentesco giardino all’italiana realizzato da Gherardo Silvani, eccezionalmente aperto al pubblico per l’occasione, offrendo dimostrazioni dal vivo di tecniche tradizionali che utilizzano, insieme a preziose materie prime, per realizzare manufatti personalizzati.

artigiana

Storia della Famiglia Corsini

Storia della Famiglia Corsini

La famiglia Corsini è una nobile famiglia originaria di Firenze. Il più famoso esponente fu papa Clemente XII. Le origini della famiglia vengono in genere indicate con l’arrivo di Neri Corsini a Firenze nella seconda metà del XII secolo, proveniente dal contado di Poggibonsi.

Famiglia di mercanti, si iniziò ad arricchire, come molte altre famiglie cittadine, con la lavorazione e il commercio della lana e della seta nel Trecento, ai quali si aggiunse un Banco finanziario. Numerose furono le cariche politiche ricoperte nella Firenze repubblicana.

Il giardino

Villa-CorsiniLa facciata di uno dei palazzi lungo quello che era noto come il Prato di Ognissanti nasconde uno dei giardini più affascinanti di Firenze.

Nel 1591 Alessandro Acciaiuoli, acquistato un terreno sul Prato d’Ognissanti, chiese a Bernardo Buontalenti di progettare un “casino di delizie” con un grande giardino. Buontalenti realizzò il complesso impianto idraulico per condurre l’acqua alle fontane, con i tracciati per i percorsi delimitati da rare e sontuose spalliere di cedri, la loggia e le grandi finestre inginocchiate, che anche oggi vediamo.

Ai tempi vi erano nel giardino le famose “quattro stagioni” che si trovano ora ai due capi del ponte Santa Trinita: l’Estate e l’Autunno di Giovanni Caccini, la Primavera di Pietro Francavilla e l’Inverno di Cristofano Stati. Un’altra importante scultura fece parte dell’arredo del giardino Acciaiuoli, il Bacco del Giambologna, oggi al Bargello.

Acquistata la proprietà nel 1620 da Filippo e Maddalena Corsini dopo il fallimento degli Acciaiuoli, questi diedero l’incarico di completare il casino a Gherardo Silvani che intervenne anche sull’assetto del giardino. L’opera del Silvani si intuisce in alcuni particolari degli ambienti terreni, quali le decorazioni nelle modanature architettoniche. È nella parte del giardino all’italiana comunque, delimitato dalle grandi limonaie, con le aiuole geometriche dal raffinato disegno, le siepi di bosso, le conche dei limoni e il viale centrale con le statue, che si manifesta chiaramente il gusto barocco dell’architetto, la sua propensione alla scenografia. Per aumentare l’impressione di maggiore lunghezza e profondità del viale l’architetto usò l’artificio di porre le statue e i rispettivi piedistalli ad altezze via via degradanti, ponendo il punto di vista principale dal loggiato posteriore dell’edificio verso via della Scala, come dimostrano il putto e i due leoni, al di sopra del cancello e dei pilastri laterali rivolti verso l’interno.

Giardino-Villa-Corsini

Nel 1834 questa residenza viene destinata ad abitazione di don Neri Corsini e di sua moglie, i quali commissionarono lavori sia di carattere architettonico che decorativo. Negli stessi anni anche il giardino subisce delle modifiche in chiave romantica: si creano dei boschetti, una montagnola e un laghetto, una trasformazione che è ancora oggi leggibile nelle due masse boscose che chiudono come quinte verdi il giardino. Più recentemente il giardino con la sua fioritura primaverile di cisto rosa e rosso, di lavanda, rose, peonie e ciliegi da fiore, è stato oggetto di un intervento di sistemazione da parte di Oliva di Collobiano.

blogs_and_craftsContest organizzato in collaborazione con la Fondazione Ferragamo, da sempre attenta alla valorizzazione dell’artigianalità e al supporto delle nuove generazioni:

I giovani – sostiene Wanda Ferragamo, Presidente d’Onore della maison e Presidente Onorario della Fondazione – rappresentano la spinta propulsiva di ogni società, quella in grado di garantire continuità e futuro. Devono però avere la possibilità di dimostrare il loro valore e le loro capacità. Gli adulti, le istituzioni, le aziende hanno il compito di offrire loro queste opportunità e di mettere a disposizione quel know how di artigianalità, creatività e tecnologia, ma soprattutto, voglia di andare avanti, di vincere ogni ostacolo di cui la vita e il lavoro di mio marito sono testimoni”.

artigianto-palazzo

Da questo spirito nasce la collaborazione della Fondazione Ferragamo con ARTIGIANATO E PALAZZO per BLOGS & CRAFTS, progetto che testimonia e promuove l’artigianalità, ma al tempo stesso guarda all’innovazione tecnologica e alla creatività, e che si avvale del supporto per la comunicazione di QN/LA NAZIONE.

Il contest è rivolto a dieci artigiani under 35 selezionati che parteciperanno gratuitamente alla XXI edizione e 10 blogger che documenteranno il loro lavoro e tutti gli eventi e le curiosità durante i quattro giorni della manifestazione.

Lavorazione-artigianoPresso Giardino Corsini di Firenze si potranno ammirare le lavorazioni di: Antonino Versaci che realizza i coltelli artigianali siciliani e sanfratellani; Gabriele Pici che scolpisce nella pietra leccese creazioni per l’arredamento ispirate ai colori e alle forme mutevoli della natura; Anna Rita Giannandrea e Sara Pelacchi che costruiscono modelli architettonici nel laboratorio Unoadue; l’orafa Margherita De Martino Norante che sperimenta e applica al gioiello materiali e tecniche non convenzionali e che qui presenterà la collezione “The Wait – L’Attesa”, in cui ha lavorato fili di metallo con la tecnica tradizionale dell’uncinetto.

Formaliz3d, brand ideato dai designers Matteo Meraldi, Simone Colombo e Dario Sartori, che produce lampade, oggetti d’arredo e accessori moda prodotti utilizzando la stampa 3D unita a metodi di lavorazione artigianale; Pamphile, studio di progettazione tessile e laboratorio di tessitura manuale, in cui Giulia Ciuoli utilizza telai e leve a pedali realizzando piccole serie di abbigliamento, accessori e complementi d’arredo; Dezen Dezen di Marco Cernogoraz che utilizza l’antica tecnica della serigrafia per stampare originali disegni su t-shirt; Gemma Vernò che propone cappelli con forme e volumi innovativi; Arual Dem di Laura De Martino che utilizza carta di riviste e fumetti e vecchi bottoni per dare vita a gioielli contemporanei ed ecologici; Essenze Gioielli di Valentina Marelli che realizza oggetti di bigiotteria mescolando metalli preziosi e legni pregiati.

Gli artigiani under 35, ma anche gli altri maestri artigiani che daranno dimostrazioni dal vivo della loro abilità e creatività, saranno fotografati, filmati e intervistati da 10 blogger selezionati tra i maggiori esperti di artigianato, turismo, cultura, moda e lifestyle che racconteranno sui loro siti le anticipazioni, i protagonisti, le iniziative in programma e lo spirito della Mostra.

giovani-artigiani

Rendere l’esperienza dei partecipanti unica, diversificata e formativa, questo è l’obiettivo della Fondazione Ferragamo: i 10 blogger selezionati saranno invitati giovedì 7 maggio all’inaugurazione della mostra del Museo Salvatore FerragamoIl Palazzo e la Città”, mentre gli artigiani lunedì 18 maggio godranno di una visita speciale all’Archivio della Salvatore Ferragamo, custode della tradizione dell’azienda e del saper fare tanto caro al Fondatore.

Al termine dei 4 giorni di Mostra, saranno pubblicati gli articoli conclusivi, in cui ogni blogger descriverà l’esperienza vissuta, sul sito de La Nazione e attraverso un sondaggio on line sarà decretato il miglior blogger vincitore del Premio Blogs & Crafts – Qn/La Nazione.

Visitatori-artigianato-palazzo

RICETTA DI FAMIGLIA” sarà il progetto realizzato in collaborazione con Richard Ginori, a cura della giornalista gastronomica Annamaria Tossani e con la partecipazione straordinaria di Costantino della Gherardesca. Gli autori di originali libri di cucina Beppe Bigazzi, Mariavittoria Andrini, Allan Bay, Aurora Baccheschi Berti, insieme alle cuoche Sara Guadagnoli, Emanuela Notarbartolo di Sciara, Caterina Piccolomini del Mandolo, Rossella Rossi, prepareranno per i visitatori di ARTIGIANATO E PALAZZO alcune ricette tratte dai volumi presentati, dedicati alla rivisitazione contemporanea di antichi sapori e alla riscoperta delle tradizioni della cultura culinaria italiana. Apprezzato dal pubblico, questo appuntamento, si svolgerà ogni giorno alle 18.

richard-ginori

I manicaretti saranno serviti su piatti e vassoi raffinati messi a disposizione da Richard Ginori, azienda leader nella manifattura della porcellana che quest’anno festeggia i 280 anni dalla sua fondazione.

Saranno inoltre assegnati il Premio Comitato Promotore per lo stand più bello e il Premio Perseo all’espositore più apprezzato e votato dal pubblico nei giorni di manifestazione. Come sempre si terranno le visite guidate gratuite al Giardino Corsini a cura dell’Associazione Città Nascosta alla scoperta di piante e angoli del giardino che hanno molto da raccontare e che fanno parte del calendario di “Chelsea Fringe”, festival di giardinaggio londinese che per la prima volta approda a Firenze.

Per Informazioni

ARTIGIANATO E PALAZZO
Giardino Corsini – Via della Scala, 115 – Firenze / Tel. +39 055 2654589
www.artigianatoepalazzo.itufficiostampa@studioesterdileo.it

Giovedì 14, venerdì 15, sabato 16 e domenica 17 maggio 2015 – Orario continuato 10 / 21
Ingresso 8,00 euro, 6,00 euro ridotti, gratuito fino a 12 anni – biglietti in prevendita a prezzo ridotto su: www.boxol.it

, ,

Commenti disabilitati