Vendere artigianato online

Vendere artigianato italiano on-line. Tutto quello che devi sapere per ottenere risultati concreti e non sprecare tempo e soldi inutilmente

Dopo più di 7 anni di esperienza del Team Madeinitalyfor.me nella promozione dell’artigianato italiano nel Mondo attraverso il web, abbiamo pensato di raccogliere un po’ di informazioni e suggerimenti per offrire una panoramica chiara su tutti gli aspetti, gli strumenti e le risorse necessarie agli artigiani e designer professionisti che vogliono vendere le proprie creazioni attraverso il web in modo professionale, cercando di offrire una serie di conoscenze e spunti utili a capire se e come definire una strategia efficiente per la vendita on-line che porti a risultati concreti e preveda tutte le spese indispensabili.

Non dimentichiamo che oggi, se pur in un era che tende sempre più al digitale ed al tecnologico, il consumismo inizia a lasciar spazio alla ricerca dell’unicità e dell’eccellenza, aspetti che l’artigianato italiano, il made in Italy 100%, ha il vantaggio di rappresentare già da molti anni, in tantissimi paesi nel Mondo, vantando quindi un vasto pubblico internazionale fatto da milioni di persone e ben predisposto e consapevole del valore del prodotto.

Se poi si pensa a quanto sia facile integrare tecnologie moderne in oggetti artigianali più classici o a come l’artigianato possa sposare il concetto di unicità, creando le “vesti” degli oggetti tecnologici del domani, ci si rende conto con facilità che l’artigianato è tutt’altro che morto ma che piuttosto potrebbe presto vivere un nuovo importante rinascimento, direttamente connesso al mondo tecnologico.

Un errore in cui spesso cadono i più, purtroppo, è limitare l’ARTIGIANATO ad un’idea di oggetti obsoleti e botteghe altamente tradizionali. Certo esiste e ci teniamo ad aggiungere, per fortuna, una parte dell’artigianato che propone oggetti tradizionali e particolarmente tipici, un settore importante, parte integrante della nostra cultura, della nostra storia e delle nostre tradizioni ma l’artigianato è anche arte, abbigliamento, mobili, accessori moda, gioielli, bijoux, borse, scarpe, accessori per la casa, suppellettili, oggettistica d’arredo, giochi per bambini, design autoprodotto e realizza  tantissimi articoli di uso comune dei nostri giorni anche se spesso sostituiti da oggetti commerciali, a minor costo e di scarsa qualità e durata.

homi 2019 made

Lo sa bene chi da anni fa questo lavoro, sopravvissuto solo grazie a diversi “salti mortali”, martoriato dalla crisi e da un fisco sempre più oppressivo e limitante, che da alcuni anni continua a produrre oggetti per un pubblico molto limitato. Così come è chiaro a tutti che in questo panorama, internet, potrebbe rappresentare realmente la soluzione a tutti i mali: tanto pubblico, tanti gusti da soddisfare e pochi oggetti di qualità da vendere …

Sembrerebbe fantastico ma poi, ovviamente, nulla è mai come sembra.

Se per milioni di persone nel Mondo, acquistare on-line è diventato d’uso comune e molti ostacoli alla vendita sono caduti anche grazie a tutte le garanzie sul pagamento e sul reso in vigore oggi, dobbiamo sempre ricordare che alla base del grande potenziale di vendita di internet c’è la possibilità di coinvolgere un grande numero di possibili clienti in target (tra chi può essere più interessato) e quindi ottenere centinaia di vendite raggiungendo, con “facilità”, migliaia di persone.

La verità però è che questa “facilità” di diffusione dei contenuti è legata principalmente e quasi esclusivamente all’investimento in pubblicità e marketing, aspetti ormai imprescindibili dalla vendita on-line. La visibilità che si può avere oggi, con un proprio sito E-commerce o facendo parte di un Marketplace, è di fatto ben lontana dal raggiungere grandi masse. Senza promozione e campagne di pubblicità a pagamento, infatti, la visibilità che si può ottenere è pari a quella che si ha se si scrive un libro e lo si lascia a disposizione del pubblico, in una biblioteca; di fatto, senza far sapere alle persone che il libro è in quella biblioteca, creare interesse per il testo e spiegare la strada per arrivare con semplicità, saranno realmente in pochi a leggerlo.

Ecco, bisogna essere molto chiari, l’idea di internet dove è possibile comunicare con tutto il mondo in modo semplice, veloce ed economico, semplicemente con un sito è finita, soprattutto se parliamo di aziende. Senza utilizzare la promozione a pagamento dei principali player del web (Google, Facebook, Amazon …) ed una buona strategia di web-marketing, infatti, è realmente molto difficile raggiungere un vasto pubblico interessato e conseguentemente vendere on-line in modo soddisfacente.

Agency-webmarketing

Certo potremmo dire “la concorrenza è aumentata sul web” o che “i prezzi dell’artigianato sono troppo alti rispetto alla concorrenza“, vero, ma sono fattori che incidono in maniera relativa sui grandi numeri che tranquillamente il web potrebbe permetterci di raggiungere; qui si parla di visibilità a prescindere invece che si traduce, se si vuole realmente vendere on-line, nell’obbligatorietà della promozione a pagamento; un costo in più per l’artigiano, non indifferente, che rappresenta circa il 70% dell’investimento totale necessario per proporsi online in modo adeguato ed efficiente.

Se da un lato infatti la pubblicità web è uno strumento utile ed efficientissimo per la vendita on-line, dall’altro le differenti e possibili strategie di webmarketing annesse hanno la necessità di un tempo non brevissimo per iniziare a dare dei risultati rilevanti, parliamo di diversi mesi se non anche un anno, traducendo la prima fase in un investimento non facilmente recuperabile a breve termine che però è necessario mettere in conto sin da subito.

AV_01

Qui sotto trovate 2 raccolte di informazioni utili. Nella prima, gli strumenti necessari e indispensabili con un’idea approssimativa di costi minimi del mercato. Nella seconda raccolta, alcune indicazioni basilari sull’utilizzo degli strumenti; precisando che ogni aspetto indicato è indispensabile e la mancanza di uno solo degli aspetti indicati può seriamente compromettere la vendita on-line, limitando seriamente i possibili risultati.

GLI STRUMENTI INDISPENSABILI PER VENDERE ON-LINE - Click qui per aprire

1) Sito Aziendale:

Fondamentale per raccontare al pubblico chi siamo e cosa facciamo, il sito aziendale, dovrà rappresentare al meglio l’attività, rassicurando il più possibile il cliente sulla serietà, qualità e unicità dell’azienda e dei prodotti realizzati. Dovrà raccontare tutti gli aspetti e le caratteristiche migliori e fornire prezzi, funzioni o caratteristiche accattivanti sugli articoli. Il Sito aziendale è il principale approccio dal web alla vostra attività e dovrà quindi rappresentarvi al meglio, creare interesse con contenuti sempre aggiornati e dovrà fornire i vostri contatti e tutti i collegamenti ai vostri servizi/prodotti on-line (collegamenti ad e-commerce, social network, newsletter, contatti … ) Così facendo lo renderete la chiave d’accesso di tutta la vostra attività web (cosa molto comoda quando andrete a promuoverlo) e al tempo stesso far si che i motori di ricerca lo indicizzino e lo reputino idoneo per risultare tra le prime risposte, nei risultati di ricerca legati alla vostra tipologia di servizio/prodotto.

Il costo per realizzare un sito istituzionale professionale, sempre che non si voglia realizzare qualcosa di molto particolare, è minimo e oscilla da poche decine di euro a meno di 1.500€ anche per siti ben ottimizzati per il web. Mediamente si possono realizzare buoni siti professionali già da 800€ ma la cifra può diventare ben più consistente se legata all’implementazione di funzioni e/o grafiche particolari che in alcune condizioni possono rivelarsi un’arma realmente vincente sulla concorrenza.

Quello che va considerato qui, con molta attenzione, non è tanto l’aspetto della spesa iniziale, quanto l’assistenza e la semplicità di interazione diretta che potete avere con il vostro sito. Quindi un costo annuale dai 50 ai 500€ se svolto, come dovrebbe, da una webagency specializzata. E’ fondamentale avere una web agency o un esperto che sia sempre disponibile ad intervenire in caso di problematiche tecniche web (aggiornamenti, backup, sicurezza, server down), così come un’interfaccia che ci renda più autonomi possibile nella gestione dei contenuti, in modo tale da poter aggiornare i testi e le immagini a vostro piacimento e quando serve, senza dover aspettare nessuno.

(Cifra complessiva minima di riferimento 1.200€ considerando le spese obbligatorie di dominio, certificati di sicurezza, gestione privacy, spazio web, sito, realizzazione grafica, realizzazione ed inserimento contenuti, traduzioni e fotografia professionale; con una spesa di gestione annuale da considerare di almeno 300€/anno (più di 150€ si spendono annualmente tra rinnovo dei dominii e dei certificati di sicurezza ssl necessari), salvo poi non servano interventi di modifica e aggiornamento non considerati) [Tot 1.200€ una volta + 300€ anno].

2) Sito E-commerce:

Strumento principe per vendere on-line, l’E-commerce, come il sito aziendale, dovrà rappresentare al meglio l’attività, rassicurando il possibile cliente sulla serietà, sulla qualità e sull’unicità dell’azienda e dei prodotti realizzati. In più dovrà saper valorizzare i prodotti, offrire la possibilità di recensire gli articoli e garantire al cliente il pieno rispetto delle regole sulla vendita online. Sarà il vostro negozio nel web e dovrà fornire una serie di garanzie e obblighi di legge, come la comunicazione chiara agli utenti dell’utilizzo dei loro dati personali, garanzie di reso e rimborso in caso di disservizi e tutti quegli aspetti che rendono oggi l’acquisto on-line più comodo e sicuro di quello fatto nei negozi fisici. Qui è fondamentale oltre alla semplicità e intuitività d’uso, fornire sempre dati completi ed aggiornati sugli articoli e loro disponibilità, facendo molta attenzione nel rispettare le tempistiche di spedizione che indicherete. Una strategia vincente, per chi fa produzioni medie e grandi, può rivelarsi quella di creare un accesso utenti secondario per la vendita B2b ad aziende, riservando ovviamente un listino prezzi differente a quantitativi minimi.

Il costo per realizzare un sito e-commerce, inizia ad essere già più importante, oscilla da poche centinaia di euro per soluzioni semi pronte a cifre anche molto più importanti a seconda degli strumenti e delle caratteristiche che vogliamo implementare (mediamente il costo base si attesta intorno ai 1.500/3.000€). Anche qui va data molta attenzione, all’assistenza e alla semplicità di interazione che il pubblico può avere con il vostro e-commerce. Questo ovviamente si traduce in un costo annuale che mediamente si attesta tra i 300 e 3.000 euro, da versare ad una webagency, in base all’impegno che richiede il caso specifico.

Per ridurre la spesa, può rivelarsi molto conveniente, soprattutto in una fase iniziale, rivolgersi ad aziende che offrono il servizio di e-commerce in licenza d’uso con differenti pacchetti di servizi già pronti in base alle esigenze. Un esempio che ci sentiamo di suggerire è OPEN2B che fornisce un e-commerce personalizzabile con la propria grafica, una serie di applicativi utili e già ottimizzati e soprattutto un’assistenza completa e costante su di una piattaforma che viene aggiornata automaticamente e periodicamente per rispettare tutte le direttive e migliorare sempre alte le performance di funzionalità, visibilità e vendita.

(Cifra complessiva minima di riferimento 3.500€ tra spese di dominio, certificati di sicurezza, gestione privacy, spazio web, sito, realizzazione grafica, realizzazione ed inserimento contenuti, traduzioni e fotografia professionale; con una spesa di gestione annuale da considerare per almeno 500€/anno (più di 150€ si spendono annualmente tra rinnovo del dominio e dei certificati di sicurezza ssl necessari), salvo poi non servano interventi di modifica e aggiornamento non considerati) [Tot 3.500 una volta + 500 anno].

3) MarketPlace:

Soluzione alternativa o complementare al sito e-commerce aziendale è rappresentata dai Marketplace. Il marketplace si differenzia dal negozio online perché al suo interno sono presenti normalmente più venditori. Un po’ la stessa differenza riscontrabile tra un negozio di prossimità e un centro commerciale.  Oltre a fornire una gamma più elevata di prodotti rispetto a un e-commerce singolo, offre all’utente finale maggiori garanzie durante la finalizzazione dell’acquisto e la successiva ricezione del prodotto acquistato. Infatti, la maggior parte dei marketplace esistenti, trattiene l’importo dell’ordine fino alla consegna dello stesso, salvo poi trasferire l’importo dovuto al venditore, decurtato della commissione di vendita.

Il costo per far parte di un sito Marketplace è differente in base ai differenti fornitori, si va da portali completamente gratuiti nei quali si pagano poi servizi aggiuntivi non obbligatori (inserimento dati, foto o pacchetti di promozione), a portali nei quali a fronte di un abbonamento annuale si hanno differenti servizi già inclusi. Il grande vantaggio che si ha con i Marketplace è quello di abbassare i costi di creazione del sito e-commerce e dell’assistenza, guadagnando tempo e soprattutto la visibilità aggiuntiva offerta dalla piattaforma.

Qui la semplicità e l’autonomia del venditore sono massime e l’aggregazione ed i servizi offerti permettono un vantaggio non indifferente. Amazon, Ebay, etsy, Artemest, Madeinitalyfor.me ognuno ha le sue caratteristiche specifiche da analizzare a fondo. In questa modalità non è più fondamentale avere una web agency o un esperto che sia sempre disponibile ad intervenire in caso di problematiche perchè lo fa il marketplace con la sua assistenza.

(Cifra media di riferimento 800€ tra spese di affiliazione annuale, realizzazione ed inserimento contenuti, traduzioni, fotografia professionale) [Tot 800€/anno].

4) Social Network

Facebook, Instagram, Twitter, Linkedin, Pinterest, youtube, sono questi i principali social network in uso in Italia e in molti paesi del mondo. Ognuno ha delle sue specificità ed un ruolo ben preciso in una strategia di promozione dell’attività. L’essere entrati a far parte della vita quotidiana di miliardi di persone, li rende ovviamente tra gli strumenti migliori sui quali veicolare messaggi e promozioni. Il ruolo che occupano è fondamentale perchè sono i primi raccoglitori di dati, intesi come gusti e preferenze degli utenti e sono in grado di fornire a chi si occupa di pubblicità web indicazioni molto precise per veicolare i messaggi agli utenti più interessati, ottenendo così i migliori risultati di vendita.

Ogni social Network ha le sue caratteristiche e può rivelarsi più o meno utile alla promozione e vendita dei vostri articoli ma tutti, per lo meno i principali citati sopra, sono molto utili a migliorare l’indicizzazione e la performance web del vostro sito, oltre ad offrire agli utenti informazioni e rassicurazioni sul possibile acquisto. L’utente medio del web, infatti, è abituato a valutare i propri acquisti attraverso differenti strumenti, quindi guardando il vostro sito ma anche curiosando tra i vostri social per vedere la produzione, possibili offerte, i commenti di altri acquirenti e tutte quelle informazioni che li rendono più sereni e convinti del possibile acquisto.

Oltre ad offrire la possibilità di diffondere contenuti ben mirati al giusto pubblico quindi, i social, sono un supporto importante nelle scelte e nella fidelizzazione dell’utente tanto che avere una presenza sui principali social network diventa fondamentale. E’ importante ricordare che oltre al valore aggiunto che i social network possono offrire con i propri servizi, gli stessi sono considerati negli algoritmi dei principali motori di ricerca web e quindi possono migliorare le performance di visibilità del proprio sito/e-commerce anche a livello di indicizzazione.

Immagine1

Tutti i principali social network sono gratuiti ma la loro gestione comporta un consumo di risorse di tempo e capacità che vanno messe in conto, sia che siano affidate alla gestione dell’artigiano ( sconsigliato) che ad un esperto che ovviamente avrà un costo. (Cifra variabile da 50€ a 500€ mese)[3.000€ anno]

6) Analytics dati

Tra gli aspetti più utili ed interessanti della vendita on-line c’è l’immenso valore aggiunto che ci deriva dalla raccolta dei dati dei vostri utenti. Internet infatti vi permette di raccogliere molte informazioni sui vostri clienti e sui gli utenti visitatori. Questi dati avranno poi molteplici funzioni che ci aiuteranno a migliorare le performance ed ottenere sempre maggiori risultati.

E’ importantissimo quindi dotarsi dei migliori sistemi di monitoraggio e analisi dei dati. In questo Google ci viene in contro, con uno strumento professionale gratuito, Google Analitics. Facilmente collegabile con il vostro sito e/o e-commerce, offre moltissimi dati e indicazioni indispensabili per gestire al meglio tutta l’attività web, sia da un punto di vista di efficienza tecnica che di attrazione del giusto pubblico. Anche Facebook ha un grande ruolo nella raccolta dati e può essere direttamente connesso all’e-commerce per offrire il massimo dell’efficienza di analisi e integrazione dei servizi offerti dal grande colosso per promuovere i vostri prodotti anche in modo diretto sul social network.

Una volta abilitati gli strumenti di analisi dati è importante raccogliere le informazioni più rilevanti sui vostri clienti, creando un database che vi permetta di comunicare con loro (newsletter e/o e-mail) per presentare nuove collezioni, offerte e promozioni studiate appositamente per il cliente specifico ed i suoi gusti.

7) Sitema pagamenti online

La strategia più utilizzata è quella di offrire ai clienti, la maggior scelta possibile sulla tipologia di pagamento utilizzabile e quindi permettere sia il bonifico bancario che il pagamento con carta di credito offrendo dei servizi di pagamento che possano permettere l’utilizzo di più tipologie di carta e conto. Strumenti utilissimi in questo caso sono i digital wallet, sistemi di pagamento elettronico che consentono ad un consumatore di effettuare un acquisto online senza il rischio che i suoi dati sensibili finiscano in cattive mani. Tutte le sue informazioni personali sono al sicuro, conservate all’interno di apposite piattaforme blindate, esterne al sito di vendita.

Tra i sistemi più utilizzati e performanti suggeriamo PayPal che offre tantissime garanzie sia per l’acquirente che per il venditore, rendendo possibile l’acquisto anche ai non iscritti al servizo PayPal con quasi tutte le carte di credito più utilizzate. Le soluzioni in questo settore sono differenti e arrivano anche dagli istituti bancari che offrono soluzioni dedicate interessanti.

E’ molto importante considerare che la fiducia dei clienti per il sistema di pagamento usato ha un ruolo fondamentale per finalizzare la vendita e la diffusione e le garanzie che offre PayPal, ai suoi clienti, non sono facili da battere.

Parliamo di servizi mediamente gratuiti che trattengono però una percentuale sulle transizioni che va dal 1,2% al 4% circa della cifra transata e che quindi è necessario considerare e valutare nella definizione del prezzo dell’articolo.

Immagine4

8) Strumenti e strategie di promozione

Sono tantissimi gli strumenti e le strategie per promuoversi nel web attraverso campagne a pagamento: Google Adwords, Facebook adv, sistemi di e-mail Marketing, tool di ottimizzazione delle promozioni, strategie di funnel marketing, video storytelling, campagne Instagram, promozione dei prodotti su Amazon e altri marketplace. Tanti strumenti che rappresentano il motore principale del commercio internet. Tutti molto utili, sono da scegliere in base alle esigenze specifiche ma vanno considerati come strumenti indispensabili per far conoscere i propri prodotti al giusto pubblico. Attraverso questi strumenti infatti c’è il grande vantaggio di poter veicolare il vostro messaggio promozionale alle persone più indicate per riceverlo. Un sistema che si ottimizza costantemente nel tempo e porta ad una conversione pubblicità/vendita quasi matematica in periodi medio-lunghi (6mesi/1 anno).

Raggiunta un’ottimizzazione ideale del pubblico di destinazione e dei contenuti da veicolare, la pubblicità web ha il grande potere di offrire dei risultati quasi matematici per i quali, investendo X sappiamo di raggiungere almeno X+N e questo vuol dire poter meglio definire il prezzo dell’articolo, considerando la spesa di promozione come parte delle spese di creazione e commercializzazione dell’articolo stesso, ottenendo così migliori margini di guadagno ed una più chiara visione di spese e guadagni complessivi.

Alcuni strumenti sono semplici da utilizzare anche dall’artigiano/designer, cosa molto utile per meglio comprendere le dinamiche del web, magari realizzando piccole campagne e prove di commercializzazione ma se realmente vogliamo ottenere risultati concreti, senza sprechi ed errori inevitabili senza esperienza, è indispensabile rivolgersi ad agenzie specializzate che mediamente raccolgono più risorse specializzate, in grado di definire e gestire campagne pubblicitarie web più complesse. Attraverso i tantissimi strumenti professionali, a disposizione degli esperti, sarà infatti possibile pianificare una strategia a medio e lungo termine che verrà costantemente ottimizzata ed aggiornata in funzione del target di riferimento e potrà offrire dei risultati sicuramente più importanti e soddisfacenti.

(Cifra complessiva minima di riferimento per piccole attività da 1.500€ a 8.000€ annui, come insieme di spesa tra strategia e messa in opera delle campagne web, fotografia professionale, grafiche, pubblicità web) [Tot 3.000 min primo anno].

Immagine2

Conclusioni e stime

La somma dei costi* di tutti i servizi professionali necessari, si aggira così intorno ai 12.000€ con un proprio sito e-commerce e si riduce a 8.000€ con l’utilizzo di un Marketplace in sostituzione all’e-commerce “mono-negozio”. Da considerare però che quasi tutti i Marketplace trattengono una piccola percentuale sul venduto, mediamente del 15% e a fronte di maggiori vendite, offrono margini di guadagno lievemente inferiori rispetto all’e-commerce proprietario.

*Attenzione, i costi evidenziati in questo articolo, sono molto approssimativi e servono semplicemente a farsi un’idea della spesa minima da mettere in conto per avviare un’attività di vendita on-line professionale che possa avere tutte le carte in regola per avere pieno accesso al proprio mercato di riferimento.

Risulta quindi evidente come la vendita on-line, fatta in modo professionale, preveda un impegno non indifferente che obbliga a definire, in fase di avvio, uno scrupoloso piano economico strategico (BusinessPlan) che dovrà prendere in esame tutti gli aspetti per offrire una visione chiara su investimento e possibili ricavi. Tra i dati da prendere in esame con maggior attenzione, sicuramente, il più importante è quello di determinare quanti oggetti realisticamente si possono realizzare e vendere, e con quali margini. Informazioni che unite ai costi totali e confrontati con i dati del mercato, vi permetteranno di valutare le tempistiche di recupero dell’investimento iniziale e le possibilità di crescita della vostra azienda.

I 5 ASPETTI FONDAMENTALI PER LA VENDITA ONLINE - Click qui per aprire

PRESENTAZIONE — Dell’Artigiano/Deginer e dei prodotti

Per ottenere i migliori risultati dalla vendita online è fondamentale offrire un’ottima presentazione dell’attività e dei prodotti. Ottima significa che non solo ci sono tutte le informazioni inerenti all’articolo in vendita: materiale, dimensione, taglie, peso, funzionalità, ecc, ma che dalla spiegazione si evinca il valore dell’oggetto stesso, le sue caratteristiche specifiche, l’uso che se ne può fare ed una serie di informazioni che possano incuriosire e convincere il cliente all’acquisto (ad esempio: perchè l’articolo è migliore di altri simili in vendita o attraverso una storia associata all’oggetto).

Ovviamente tra gli aspetti fondamentali da considerare c’è anche la lingua che si utilizza, in riferimento al mercato che vogliamo raggiungere. Avere uno strumento come un e-commerce, con potenzialità di visibilità mondiale e non offrire all’estero la possibilità di capire cosa realmente vogliamo proporre, è veramente un grandissimo spreco. Se i vostri prodotti possono avere un buon appeal all’estero ed essere venduti, magari anche con una maggiorazione di prezzo, è probabilmente e bene sfruttare la cosa. Fortunatamente la lingua inglese è ben conosciuta ed utilizzata in tantissimi paesi del mondo e a sua estesa diffusione la rende oggi sufficiente per vendere in moltissimi paesi; perlomeno in una fase iniziale in cui non abbiamo ancora ben definito il nostro pubblico ideale. Successivamente se si ha a che fare con paesi specifici sarebbe utile dotarsi della lingua del posto (no traduttori automatici).

Una volta pubblicata on-line una bella presentazione dell’attività e caricati un minimo di 10/15 prodotti ben presentati, è necessario pubblicare delle buone foto, il primo vero contatto del cliente con l’articolo. Le regole dell’e-commerce impongono una presentazione in Steel life, ossia dove si vede esclusivamente l’articolo su sfondo bianco su 2 o 3 foto da angolazione differenti, queste sono fondamentali per presentare al meglio ogni oggetto all’acquirente ma sono sempre da arricchire, se volete ottenere buoni risultati nelle vendite, con una o più foto ambientate che di fatto sono le foto che possono fare la differenza per l’acquisto ** .

Molto utile per incrementare le vendite, risulta anche offrire, quando possibile, un’ampia disponibilità di taglie e misure, ampia varietà di colorazioni disponibili (magari su richiesta) e la possibilità di personalizzazione dell’articolo che, da non sottovalutare, esenta il venditore dal reso gratuito in caso di ripensamenti del cliente.

** Tantissimo nella vendita on-line si ottiene con le foto dell’oggetto nel suo luogo ideale (ambientata/indossato), questo perchè sono foto che rendono bene l’idea delle dimensioni e dell’effetto che può avere l’oggetto nella realtà. Una piccola strategia che serve a compensare la mancanza di tatto, potenziando al massimo la percezione e stuzzicando l’immaginario del cliente stesso.

VincenzoMancini_woodbag1

I PRODOTTI — Alcuni suggerimenti utili

I Clienti del web non sono proprio come quelli che siete abituati a vedere in negozio e per quanto su internet ci siano sicuramente anche loro, il grande vantaggio è quello di avere la possibilità di raggiungere un pubblico molto superiore e vario in gusti, interessi e modi di fare. Risulta cosi molto utile, sia inizialmente che periodicamente durante l’attività di vendita, studiare il pubblico ed i suoi desideri nel vostro settore, osservare i prodotti più venduti dai vostri concorrenti sui principali Marketplace ed analizzare con cura prezzi e dati di spesa degli utenti. Molti di questi dati, anche se generici, sono facilmente reperibili in rete ed altri più precisi, avrete modo di raccoglierli nel tempo con i vostri strumenti di analisi connessi al sito/e-commerce.

In generale è sempre bene definire da subito il pubblico ed il paese di destinazione, questo vi permette di progettare e realizzare gli oggetti giusti, pensati per il pubblico al quale ci si rivolge. In Italia, ad esempio, la spesa media e la propensione all’acquisto di oggetti più ricercati e costosi è inferiore a quella di diversi paesi europei, facilmente gestibili, come Germania e Francia ed è chiara una propensione ancora maggiore in paesi come USA, Regno Unito, Cina, Brasile, Giappone o Australia.

Come scegliere quindi gli articoli da vendere on.line ? Bhe l’esperienza maturata nella vendita diretta in negozio, ha certamente una notevole importanza e può rappresentare una prima base di partenza. A nostro parere, nella prima fase, è meglio offrire una panoramica dei vari articoli che vengono realizzati dall’artigiano così da offrire all’utente un saggio delle vostre capacità e al tempo stesso, grazie agli strumenti di analisi del sito, osservare come il pubblico reagisce ai differenti prodotti, permettendoci di migliorare ed ottimizzare l’offerta a seconda dei gusti dei clienti stessi.

Sicuramente è utile offrire 2 o 3 fasce di prezzo differenti, una scelta che aiuta ad ampliare il pubblico riuscendo a coinvolgere differenti tipologie di clienti.

Dp Emme oggetti lamiera

I PREZZI — Definire il prezzo di vendita

Tra gli aspetti fondamentali e più difficili per gli artigiani sul web c’è l’analisi dei prezzi della concorrenza e la definizione del prezzo dei propri articoli. Questo perchè spesso si cerca di restare sotto i prezzi della “concorrenza commerciale” anche quando questo non è possibile. Ha invece molto più senso, posizionare i propri articoli nella giusta fascia di prezzo, presentandoli per quello che valgono ed evidenziando ogni aspetto che renda giustificato il prezzo.

Per avere un’idea della concorrenza e del suo comportamento, sarà necessario fare diverse ricerche, individuando aziende simili con articoli che siano equiparabili per fattura e materiali, così da poterne osservare le strategie ed i prezzi offerti e valutare quali articoli può essere più conveniente produrre e quali no. E’ comunque importante avere ben presente anche l’offerta commerciale del settore e quando questa è già satura di oggetti a basso costo, è meglio produrre qualcosa di differente o ben differenziato, piuttosto che farne una guerra di prezzi e pubblicità che non giova a nessuno.

La possibilità che offre il web di vendere anche una sola buona idea/oggetto, a milioni di persone nel mondo, per un artigiano o designer italiano, rende necessario fare sempre uno studio del mercato e del prodotto che si vuole realizzare e vendere online, un lavoro che può realmente fare la differenza ed innescare delle dinamiche di viralità e attrazione dei clienti vantaggiose per tutta l’attività on-line.

21751924_469335936785077_1570762863350045341_n

La PROMOZIONE WEB — Promozione del Brand e dei prodotti

Una volta che tutto è pronto, con una buona presentazione della vostra azienda e dei vostri prodotti, a prezzi ben definiti rispetto alla concorrenza, si dedica un primo periodo, alcuni mesi di solito, all’assestamento del tutto. Indicizzazione da parte dei motori di ricerca, piccole migliorie, creazione di contenuti blog, passaparola, condivisioni e prime analisi dei dati, occuperanno questo primo periodo che potrebbe comunque già regalare le prime sporadiche vendite.

Raccolte le prime informazioni utili, sia sul funzionamento degli strumenti che sui gusti dei nostri primi utenti, sarà possibile iniziare a definire una campagna di promozione, con una strategia studiata in modo specifico per i prodotti che volete vendere online.

Per ottenere dei risultati concreti che possano giustificare tutti gli investimenti visti fino ad ora, diventa indispensabile definire una strategia pubblicitaria web a pagamento che porti il giusto pubblico a visitare i vostri prodotti. Con la promozione a pagamento infatti si va a comunicare direttamente sul proprio target, quindi, sulla particolare tipologia di clienti che acquista i vostri articoli e non su utenti generici, ottimizzando continuamente il pubblico di riferimento e migliorando le performance in modo costante.  Ad oggi, la visibilità generica che si riceve dai social, dal blog, dal Marketplace e dall’e-commerce, se pur importante, non è quasi mai sufficiente al raggiungimento di obbiettivi importanti e remunerativi, mentre, la pubblicità web è uno strumento molto potente che ci permette, insieme ad altre tecniche di richiamo, legate ai clienti già raggiunti, di ottenere dei risultati sempre migliori ed importanti.

Il limite più grande, se vogliamo, non è nella spesa in se, in quanto una volta a regime (ottimizzato al meglio il target di clienti) si ottengono risultati quasi matematici e sempre meno costosi che si possono facilmente integrare nel prezzo al pubblico. Il vero limite è nei primi 4/8 mesi, ossia nel tempo minimo per il quale le dinamiche e le strategie della pubblicità web iniziano a dare risultati concreti e stabili. Non è facile dare delle tempistiche precise, i fattori che influiscono sono diversi e l’impegno deve essere costante nel tempo ma possiamo dire, per grandi linee, che rispettando tutti i punti di questo articolo, nell’arco di 6/8 mesi i ricavi devono poter superare abbondantemente le spese.

risuona cassa smartphone

l’IDEA VINCENTE — prodotti da pensare per il web

L’ultimo punto ma non certo per importanza, rimane quello di pensare a “l’Idea giusta per il web” che, semplificando, si traduce nell’oggetto perfetto per un cliente ben definito.

Se originalità, utilità, fattura e unicità, sono gli aspetti che più rendono in maniera immediata il valore dell’oggetto all’acquirente, è anche vero che quando parliamo di nicchie di mercato, sul web, spesso ci rivolgiamo a migliaia di persone, un pubblico non indifferente per un piccolo artigiano/designer. Un’oggetto molto utile ad un buon prezzo, molto tipico, realmente esclusivo per un uso specifico, un’idea nuova o la reinterpretazione di qualcosa che è sempre uguale da anni, sono soluzioni che facilitano molto il passaparola, una potentissima pubblicità gratuita che permette di raggiungere un ampio pubblico interessato, offrendo quindi una forza di comunicazione e attrazione aggiuntiva che autonomamente guadagna visibilità e accresce la richiesta dell’articolo stesso, portando visibilità a tutta l’azienda e riducendo la necessità di promozione.

E’ quindi molto importante inserire tra i vostri articoli alcuni oggetti “pensati appositamente per il web”, per determinate festività o determinati clienti ed esigenze, così da sfruttare questi oggetti sia per il rendimento che otterrete dalle loro vendite che per la pubblicità indiretta che porteranno a tutti gli altri articoli in vendita.

Dalla Casaleggio ed associati, il video della presentazione del Report 2019 sul mondo dell’e-commerce in Italia.

Davide Casaleggio, durante l’evento di presentazione del rapporto sull’e-commerce 2019, commenta i dati emersi dalla ricerca di quest’anno: “L’indagine non dà margini di dubbio, le vendite online registrano una crescita a doppia cifra e sono sempre di più le aziende che decidono di investire sul web, con prospettive di crescita importanti, soprattutto per quanto riguarda il canale mobile.”

Scarica il Report completo  asaleggio ed Associati: “E-commerce in Italia 2019″

Logo Madeinitalyfor.Me2Il Team Madeinitalyfor.me Srl è sempre a disposizione di artigiani e designer italiani, senza impegno, per valutare possibili strategie di promozione finalizzate alla vendita on-line e/o alla valorizzazione del vostro Brand.

Il progetto Madeinitalyfor.me, nasce nel 2011 per accompagnare in modo professionale artigiani e designer italiani a vendere attraverso il web ed offre un supporto completo e specializzato per la vendita on-line, dalla creazione ed inserimento dei contenuti, fino alla consegna dell’articolo al cliente finale. Il tutto viene gestito da un team specializzato che opera attraverso l’utilizzo della piattaforma Marketplace www.madeinitalyfor.me e della vetrina di Amazon, nella categoria Made in Italy.

Sfruttando la nostra competenza specifica ed avvalendoci solo della collaborazione di professionisti altamente specializzati e qualificati, inoltre, realizziamo siti aziendali, e-commerce proprietari, video storytelling, campagne di promozione e web-marketing per artigiani ed eccellenze del made in Italy. Grazie alla forza dell’aggregazione della categoria, la nostra riconosciuta garanzia di serietà e verifica del made in Italy 100% ed il nostro canale di comunicazione social/blog che ormai da molti anni offre notizie ed informazioni su eventi, artigiani, bandi, concorsi, mostre e quant’altro possa riguardare il mondo dell’artigianato italiano, riusciamo ad offrire un servizio ottimizzato e professionale a prezzi altamente convenienti e competitivi.

Contattaci, saremo lieti di valutare con te una possibile strategia specifica per i tuoi articoli e le tue esigenze.

, ,

Commenti disabilitati