Ripa_head

Massimo Ripa: gioielli da toccare, non solo da ammirare

Oggi siamo qui per presentarvi Massimo Ripa, orafo marchigiano classe 1970. Fin dalla più tenera età, nella cornice rurale della sua famiglia (specializzata nella coltivazione di piante ornamentali) mette in mostra il suo estro creativo realizzando disegni e rappresentazioni della natura e del paesaggio che lo circonda.

Artista in fasce con la matita sempre in mano, non poteva che scegliere una carriera scolastica in tal senso e nel 1988 si diploma all’Istituto d’Arte Umberto Preziotti di Fermo; da lì in poi la strada è decisa: fare il designer e creatore di gioielli. Proprio come ha imparato durante gli studi, e successivamente con anni di esperienza sul campo, Massimo realizza le sue opere principalmente utilizzando la tecnica della microfusione a cera persa, per questo realizza solo pezzi unici o a serie strettamente limitata.

I pezzi realizzati da questo artigiano hanno uno stile contemporaneo, semplice nelle linee ma allo stesso tempo molto creativo e unico nel design. La sua creatività sta anche nella ricerca dei materiali, originali e di alta qualità; soprattutto nel capo delle pietre dure e delle pietre preziose Massimo non conosce limiti e utilizza una vasta gamma di colori e forme. Per incastonare le pietre utilizza solitamente oro, argento e talvolta bronzo uniti e trattati con materiali e pigmenti naturali.

Ripa01

La missione di Massimo è un po’ “controtendenza”, perché il suo obbiettivo è scardinare uno dei dettami alla base della cultura italiana: l’opera artistica si guarda, ma non si tocca. I pezzi creati da questo artigiano sono fatti per essere toccati e non solo durante l’atto di indossarli. I gioielli che realizza  chiedono a gran voce di essere manipolati e toccati, quasi come in un gioco, anche solo per il peculiare modo in cui vengono riposti. Tutto pur di eliminare la distanza tra spettatore e opera, in modo da esaltare quest’ultima e farla apprezzare al meglio.

Ripa_movimento

Nei gioielli realizzati da Massimo noterete una ricerca spasmodica del movimento, perché non vuole rinchiudere le sue opere in una rigida staticità. Proprio per questo il cavallo di battaglia di Massimo sono i suoi “quadri gioiello“: preziose opere d’arte da appendere e che al loro interno racchiudo un ulteriore prezioso segreto. Siamo orgogliosi di poter dire che sul nostro store potete trovare questi particolarissimi quadri.

Per quanto riguarda questo articolo ci concentreremo sul Cuore di Chiodi che nella sua peculiarità racchiude al meglio il concetto di esaltazione del gioiello quando esso non viene indossato.

Ripa_Cuore

La scatola è fatta a mano su misura da un artigiano locale e ha un rivestimento similpelle mentre l’interno è foderato di raso nero lucido; per cui già nella sua confezione il cuore “chiodato” fa la sua bella figura ma, in quanto quadro, può essere appeso al muro. Da questo cuore è possibile estrarre l’anello (in argento 925) che poi andrete a indossare, per poi ovviamente celarlo nuovamente all’interno del cuore nascondendolo a chi non sa dove guardare.

Questo speciale pezzo era in mostra in anteprima presso il nostro stand di HOMI 2018 (edizione di settembre) e potevate ammirarlo anche all’edizione di SABO ROMA che si è conclusa questo lunedì. Massimo era presente a entrambe le fiere, sia per spiegare come li realizza sia per spingere la gente a toccare e provare con mano gli anelli da lui realizzati.

Massimo realizza anche incredibili anelli “normali”, li cura fin nei più minimi dettagli seguendo una certa linea di pensiero. Per esempio gli anelli che fanno parte di questa linea chiamata “SOLO UNO” hanno uno stile etnico, o come piace definirli Massimo: “uno stile molto pulito ed essenziale per esaltare la pietra e non la geometria dell’anello”.

Ripa_Opale

Sul nostro store potete trovare alcuni di questi pezzi unici, tipo l’Anello SOLO UNO Opale Boulder Australiano. In questo caso l’anello è stato realizzato a mano in cera, poi fuso con la tecnica della microfusione a cera persa con finitura satinata. È realizzato in argento 925/000 che racchiude un opale Boulder, una pietra molto utilizzata nella Cristalloterapia vista la sua capacità di aumentare la voglia di vivere, l’entusiasmo e l’ottimismo, di chi la indossa. Come si intuisce dal nome la pietra di questo anello proviene dall’Australia.

Ripa_Agata

L’Anello SOLO UNO Agata Muschiata è realizzato con la medesima idea di “pulita essenzialità”, seguendo il medesimo processo del precedente e come esso è in argento. Questa volta la pietra incastonata è una Agata Muschiata verde e, in mancanza di accentuate venature, in questo caso l’anello ha uno stile più minimal. Anche l’Agata Muschiata è una pietra utilizzata grandemente nella Cristalloterapia, dove viene definita come “la pietra dell’inizio”.

Sul nostro store potete trovare altri anelli, quadri gioiello e opere realizzate da Massimo Ripa, purtroppo per quanto riguarda questo articolo dobbiamo concludere qui. Speriamo di rivedervi la prossima settimana, quando parleremo di un altro dei nostri grandi maestri artigiani.

MadeinItalyfor.me Site:
Home // e-Shop

, ,

Commenti disabilitati