Header Martelive

I vincitori della Finale Regionale Lazio MArteLive

La Finale Regionale del Lazio si è svolta al Planet Live Club di Roma dicembre scorso riscuotendo un grande successo tra artisti e visitatori.

“MArteLive – Lo spettacolo totale” ha sconvolto i sensi dei presenti: 250 tra i migliori artisti emergenti (divisi in 14 categorie), special guest star e oltre 100 giurati (tra addetti ai lavori e professionisti del settore), senza ovviamente dimenticare tutti i visitatori giunti a Roma da ogni parte d’Italia. La Finale Regionale aveva anche lo scopo di selezionare i primi finalisti della Biennale MArteLive 2019.

La Biennale è prevista per dal 3 all’8 dicembre, aprirà i battenti presso il Planet Live Club per poi propagarsi in varie location sparse per Roma e tutto il Lazio.

Martelive18_1

MArteLive è un concorso multidisciplinare sostenuto dal MiBACT e dalla Regione Lazio, col patrocinato di Roma Capitale. Ideato nell’ormai lontano 2001, da Giuseppe Casa (attuale direttore artistico), nel 2012 l’evento ha “cambiato pelle” diventando la Biennale MArteLive, un concorso a risonanza nazionale e una immancabile opportunità per i giovani talentuosi pronti a mettersi in gioco per dimostrare il loro valore, il loro talento e la loro vena artistica originale.

Lo scopo di MArteLive è di selezionare e lanciare i migliori talenti della scena contemporanea italiana, assegnando ogni anno oltre 100 premi tra: produzioni, contratti di management, workshop, residenze gratuite, copertura stampa con visibilità social, ingaggi e partecipazioni a festival ed eventi esclusi.

La missione della prossima Biennale è anche quella migliorare gli ottimi risultati dell’edizione 2017, selezionando non solo artisti romani ma realizzando una selezione più ampia appoggiandosi a numerose finali regionali organizzate in maniera capillare su tutto il territorio italiano.

Come partecipare

Martelive_3

La CALL FOR ARTIST si chiuderà definitivamente il 30 OTTOBRE 2019. In caso di iscrizioni oltre il periodo di selezione dal vivo non è garantita la partecipazione all’edizione corrente di MArteLive e gli iscritti saranno contattati direttamente per la selezione alla successiva edizione.

Durante questi mesi le iscrizioni saranno scaglionate secondo tre differenti scadenze:

1 ottobre 2018 al 31 marzo 2019

  • 10 € per 1 o 2 persone (band o compagnie)
  • 25 € per 3 persone
  • 40 € per 4 o più persone

1 aprile al 30 giugno 2019

  • 12 € per 1 o 2 persone (band o compagnie)
  • 30 € per 3 persone
  • 42 € per 4 o più persone

1 luglio al 30 ottobre 2019

  • 15 € per 1 o 2 persone (band o compagnie)
  • 35 € per 3 persone
  • 48 € per 4 o più persone

Il concorso è aperto ai giovani artisti emergenti (tra i 18 e i 39 anni) e si divide in 16 differenti discipline: musica, teatro, danza, arte circense, cinema, videoclip, video arte, deejing, letteratura, street art, pittura, fotografia, scultura, illustrazione, moda&riciclo, artigianato artistico.

Potete trovare maggiori informazioni e i moduli di iscrizione online QUI; in caso di domande potete contattare direttamente MArteLive presso iscrizioni@martelive.it.

Martelive_evangeline

I premi

I premi della Biennale MArteLive 2019 sono tantissimi, nello specifico noi di Made in Italy for Me ci occuperemo di giudicare e premiare i partecipanti della sezione artigianato artistico e moda.

Per entrambe le categorie assegneremo due premi:

  1. Premio Madeinitalyfor.me: recensione e breve intervista dedicata al vincitore della sezione, pubblicata qui sul nostro blog e su tutti i nostri profili social.
  2. Premio Speciale: il vincitore della sezione entrerà a far parte della nostro grande famiglia e figurerà tra i profili del nostro portale, oltre ad altri vantaggi realizzato ad hoc per l’artista in questione.

Potete trovare la lista completa dei premi delle varie sezione della Biennale QUI.

I Vincitori della Finale Regionale Lazio MArteLive 2018

Martelive_4

Sezione Letteratura: Ludovica Ottaviani, Paola Romano. Sezione Pittura: Tiziana Rinaldi Giacometti, Stefano Maria Girardi, Silvia Struglia, Darya Shojai Kaveh. Sezione Fotografia: Silvia Sciarra, Federica Di Benedetto. Sezione Grafica: Marta Porro. Sezione Illustrazione: Eva Monaco, Teresa Santoro. Sezione Street Art: Stefano Maria Girardi, Ivo Cotani.

Martelive_5

Sezione Musica: Shijo X, Le cose importanti. Sezione Teatro: Davide Paciolla. Sezione Danza: Piccolo Balletto Sorano. Sezione Circo: Chiara Lucisano, Chiara Silvano, Ivan Peretto

Martelive_6

Sezione Cinema: Adriano Pantaleo, Samaniego & Yovbak, Federica D’Ignoti, Giovanni Battista Origo, Gregorio Franchetti, Alessio Di Cosimo, Niccolò Gentili & Ignacio Paurici. Sezione Videoclip: Filippo Di Piramo, Cristiano Pedrocco, Dario Di Gennaro. Sezione VideoArte: Rodrigo Mella, Giovanna Scozzese, Tiziana Rinaldi Giacometti.

Mentre il nostro voto, sommato a quello degli altri giudici, ha decretato come finaliste:

  • della sezione artigianato Roberta Giosi e Silvia Malena;
  • della sezione moda Cristina Aielli e il duo Valentina Colacchi & Federica Orlando.

Tra queste quattro grandi artiste a destreggiarsi particolarmente sono state Roberta Giosi e Valentina Colacchi & Federica Orlando.

Roberta Giosi – Le arti delle mani

Roberta è una artigiana dalle mille sfaccettature, durante la Finale ha gareggiato coi suoi gioielli dalle forme particolari e ricercate realizzati in bronzo e portatori di una lunga storia.

L’anello, con perla barocca, aveva volutamente una forma che ricordavo una vulva, in omaggio alla donna e tutto ciò che la contraddistingue e la rende il simbolo per eccellenza della vita: la sua forza, la sua innata sensualità, la bellezza della sua fecondità.

Sempre su questa linea era ispirato il secondo gioiello, il bracciale “Persefone” con agata rossa, ispirato ovviamente al mito di Persefone. Persefone, la bella e giovane Dea che venne rapita da Ade e trascinata negli Inferi spingendo la madre di lei, Dea della fecondità e delle messi, a rendere la terra infruttuosa.

L’agata rossa serve anche a rappresentare il melograno, frutto cardine di questa storia mitologica. Infatti Ade, costretto alla fine a restituire la ragazza, le fa mangiare un chicco di melograno e da allora Persefone dovrà dividersi tra i due mondi creando così le stagioni.

Senza dimenticare che il melograno era un frutto sacro ad Afrodite, Dea dell’amore, e simbolo di fecondità proprio perché nella morte, grazie ai suoi semi, rinasce.

Martelive_Roberta

Valentina Colacchi e Federica Orlando – Hang Design

Valentina Colacchi e Federica Orlando hanno fondato il loro marchio nel 2012, ma Hang Design non è solo un marchio! Dietro al nome si nasconde una sfida personale: portare avanti una tradizione antica di mestieri ormai perduti e di materiali grezzi, coniugata col più moderno design, andando così a creare uno stile evergreen unico e riconoscibilissimo.

Tutto questo in nome del Made in Italy e in contrasto con la moda moderna che pretende nuove tendenze e nuovi prodotti con ritmi serratissimi, in nome del consumismo e del capitalismo. Questa linea di pensiero incide non solo sulla creatività dei design, ma anche sui metodi di produzione.

Lo Slow Fashion è un concetto opposto che invita sia i produttori che i consumatori a guardare gli oggetti con rispetto, a soffermarsi sul loro reale valore in modo che diventino parte della propria espressività e del proprio stile unico, invece di confondersi in una massa uniforme che cambia ogni pochi mesi i suoi colori solo per confondersi nuovamente nella folla.

Questo duo ha gareggiato alla Finale con una rassegna della loro creazioni. L’originalissimo “Sack“, uno zaino dal design essenziale in cuoio conciato vegetale, unisex e perfetto per un look casual o sportivo. Anche “Messenger” è perfetto per un look casual e ha la praticità della tracolla o può essere portata a mano, mentre “Backpack” è uno zaino funzionale ed essenziale perfetto per i viaggi o il vostro tempo libero.

Martelive_hang-design

, ,

Commenti disabilitati