Grevi Mode

Mostra “Hats on film”, il cappello di Firenze a Los Angeles.

Il cappello di Firenze, sarà il protagonista dal 20 Febbraio all’ 8 Marzo a Los Angeles, della mostra “Hats on film”. Il cappello, made in Italy, più precisamente made in Tuscany è stato scelto per rappresentare l’Italia nella settimana della cultura italiana negli Stati Uniti. Domani 19 Febbraio, in attesa della notte degli Oscar, all’istituto di cultura italiana di Los Angeles l’inaugurazione della Mostra “Hats on film”, il cappello nel cinema. Evento Ideato da Neri Torrigiani, organizzato da “Artigianato e Palazzo” e Il Consorzio “Il Cappello di Firenze” in collaborazione con la Film commition della regione Toscana.

Il cappello di paglia di Firenze è un prodotto artigiano plurisecolare tipico toscano, ha origini  nel Medioevo e nel Rinascimento più precisamente nel paese di Signa in Toscana.

Si tratta di un cappello di paglia caratterizzato da 40 giri di trecce cucite, ciascuna composta di 13 fili. Durante l’Esposizione universale che si svolse a Londra nel 1851, ai fabbricanti Nannucci (Firenze) e Vyse and Sons (Prato) viene rilasciato un “Prix”. E ancora, all’Esposizione universale di Parigi del 1855, nella categoria “Fabbricazione degli oggetti di moda e fantasia”, gli operai e le operaie produttori di trecce per cappelli furono premiati con una medaglia d’onore consegnata dall’imperatore Napoleone III e nella Guida pratica e completa dell’Esposizione è scritto: “Per quanto concerne l’industria della paglia, la Toscana deve essere classificata ai primi posti.

L’esposizione dei fabbricanti di questo paese è delle più notevoli: mostra una raccolta di trecce di paglia, dalle più ordinarie alle più fini. Anche la raccolta di cappelli è molto bella e nel numero si dimostrano superiori in finezza a tutto ciò che è stato fatto fino ad oggi”.

Fiore all’occhiello made in Italy il cappello di Firenze è sempre stato legato ai divi del cinema, ricordiamo il modello indossato da Julia Roberts in Pretty woman, o anche Cher in “un Tè con Mussolini”, e ancora Fred Astaire con la sua paglietta. Tutti questi cappelli voleranno a Los Angeles in occasione della Mostra. Per la Mostra è prevista una installazione di molte centinaia di cappelli di paglia che saranno realizzati “dal vivo” da esperte modiste,  la proiezione di “Hats on Film”, un cortometraggio realizzato con il montaggio serrato di momenti celebri della storia del cinema in cui il cappello è il “protagonista”, curato dalla Film Commission della Regione Toscana.

Infine  una mostra fotografica sulla storia e la lavorazione dei cappelli in collaborazione con palazzo Pitty e la Fondazione fratelli Alinari .

fonte:  www.ilcappellodifirenze.it

,

Commenti disabilitati