Fiera-sant-orso

La Millenaria Fiera di Sant’Orso e la sua storia – 30 e 31 gennaio, Aosta

Per le strade di Aosta si ripete, come tutti gli anni, un evento che mette in luce i frutti del lavoro artigianale valdostano: sculture, oggetti torniti, opere di intaglio e intreccio. Il legno è certamente il “re” della Fiera, ma non mancano stupendi esempi di lavori in pietra ollare, in ferro, rame, ceramica, vetro, tessuti e pizzi, frutto della capacità e della fantasia di artigiani e hobbisti.

sant'orso-2

La Fiera di Sant’Orso vanta origini antichissime: l’anno 1000 è considerato, infatti, l’anno “zero” della Fiera. La leggenda vuole che tutto abbia avuto inizio nell’area della Chiesa di Sant’Orso. Proprio di fronte alla Chiesa, il Santo, vissuto prima del IX secolo, era solito distribuire ai poveri indumenti e “Sabot”, le tipiche calzature in legno ancora oggi presenti in Fiera. Al giorno d’oggi, è tutto il centro cittadino a essere coinvolto nella manifestazione che si è trasformata in un grande momento di festa, un appuntamento capace di attrare un grande numero di persone, desiderosi di percorrere un itinerario suggestivo tra raffinatu manufatti artigianali, momenti folcloristici e sapori appetitosi.

Le due giornate, insomma, rappresentano l’occasione per gli artigiani, i visitatori e gli appassionati di incontrarsi, fare quattro chiacchere, scambiarsi idee e suggerimenti e di venire a contatto con un mondo fatto di gesti tramandati di generazione in generazione che vive e si evolve ancora oggi, nell’era del digitale.

sant'orso-1

Simboli e Ciondoli della Fiera

Il simbolo della manifestazione è il Galletto, ma sono tanti gli oggetti legati alla tradizione. I Sabot naturalmente, la Coppa dell’Amicizia e la Grolla, i giocattoli “Tatà” e poi gli oggetti di uso quotidiano di qualche decennio fa: rastrelli, cestini e gerle, botti.

Sabot

Il ciondolo distintivo della Fiera è un ottimo souvenir e può essere acquistato al banchetto situato alla Porta Praetoria. Diverso in ogni edizione, rappresenta un attrezzo o strumento utilizzato dagli agricoltori e dagli allevatori.

Anche l’Asiv (Associazione scultori e intagliatori) propone un ciondolo in vendita al banco di via Conseil des Commis. I fondi raccolti verranno devoluti e favore di un’associazione di volontariato valdostana.

L’Atelier delle imprese e il Padiglione enogastronomico

All’interno della manifestazione uno spazio importante è occupato dall’Atelier e dal Padiglione Enogastronomico. Situati in Piazza Chanoux, nel cuore del centro storico, e nella vicina Piazza Plouves. Saranno visibili il 28 e 29 gennaio 2016 con orario 10-19, il 30 gennaio con orario 8-21 e il 31 gennaio con orario 8-19; l’Atelier, infine, sarà aperto anche il 1° febbraio con orario 10-19.

sant'orso-5

L’Atelier, quest’anno ospita 86 imprese che hanno fatto dell’artigianato il loro punto di forza. Negli stand sarà possibile trovare oggetti di ogni genere: capi di abbigliamento realizzati con tessuti tradizionali, sculture, mobili (dalle camere da letto alle cucine, dai bagni alle librerie), porte e vetri, complementi d’arredo, curiosità, suppellettili e molto altro. I materiali rispettano anch’essi la tradizione: legno principalmente, ma anche pietra, rame, ferro e così via.

Programma della manifestazione

Il programma

La Fiera si svolge a cielo aperto lungo le vie del centro storico di Aosta il 30 e 31 gennaio e non ha un orario di inizio fisso: gli oltre mille artigiani che espongono scendono dalle vallate laterali quando è ancora buio ed all’alba iniziano a preparare il proprio banchetto. Restano in Fiera fino alla sera.

Ai banchetti degli artigiani si aggiungono due tendostrutture dedicate alle imprese artigiane ed alle aziende dell’agroalimentare valdostano che restano aperte anche oltre i giorni di Fiera: l’Atelier ed il Padiglione enogastronomico.

28 Gennaio

  • Apertura dell’Atelier e del Padiglione enogastronomico

29 Gennaio

  • ore 21: concerto del Coro di Sant’Orso presso la Chiesa di Sant’Orso di Aosta

30 Gennaio

  • dall’alba alla sera: fiera, esibizioni itineranti di gruppi folkloristici e dimostrazioni dal vivo
  • ore 16: intrattenimento per bambini nella piazzetta di via Vevey
  • ore 18: messa dedicata agli artigiani presso la Chiesa di Sant’Orso
  • ore 19: premiazione ufficiale in piazza Sant’Orso
  • dalle ore 19 fino a tarda notte: Veillà

31 Gennaio

  • dall’alba alla sera: fiera, esibizioni itineranti di gruppi folkloristici e dimostrazioni dal vivo

Al Padiglione Enogastronomico, invece, sono 77 le aziende che propongono le specialità della Valle d’Aosta con la possibilità di degustazioni di prodotti noti e meno noti. Tante le categorie rappresentate: i formaggi e i prodotti caseari in genere, le carni, i salumi, gli affettati, i prodotti dolciari e da forno, e poi mieli, marmellate, frutta, verdura e naturalmente vini e liquori.

sant'orso-4

La tradizionale Veillà

Nella notte tra il 30 e il 31 gennaio, il centro di Aosta si anima per la Veillà. Nel dialetto valdostano, il patois, “Veillà” vuol dire “veglia”.

È una festa che potremmo definire autogestita: dalle 19 in poi, passeggiando nelle vie si possono incotrare cori che improvvisano mini concerti e gruppo folkoristici che si esibiscono in brevi spettacoli mentre ci si scalda sorseggiando del vin brulè o del brodo caldo. È anche possibile visitare le “crotte”, le cantine del borgo che i residenti aprono per l’occasione proponendo musica, momenti conviviali e degustazioni di salumi e altri prodotti tipici.

sant'orso-3

Il percorso della Foire

Il percorso della Foire

La Fiera di Sant’Orso si svolge nel centro di Aosta e l’intero percorso è percorribile a piedi. Nelle vie della città storica, dall’Arco d’Augusto a Piazza della Repubblica, sono disposti gli artigiani valdostani che presentano oggetti in artigianato tipico mentre gli espositori della fiera commerciale e del settore non tradizionale trovano posto nelle vie limitrofe.
Nella cartina in basso, riferita alla 1016° edizione, sono segnalate le vie del settore tradizionale, della fiera commerciale e del settore tradizionale e tutti i punti di interesse. In caso di afflusso di visitatori particolarmente alto vengono attivati dei sensi unici pedonali.

Cartina-aosta2016G

Per Informazioni

Fiera di San’Orso – 30 e 31 gennaio 2016, Aosta

Tel: 0165 1828838 || E-mail: info@fieradisantorso.it

Pagina Facebook: Fiera di Sant0Orso

,

Commenti disabilitati