Evidenza

Passione: la nuova collezione di Mavì Taten

Passione” è il titolo della nuova collezione Spring Summer 16 di Mavì Taten. Passione come gioia e piacere ma anche come dolore e struggimento, un sentimento così forte che racchiude infatti la sofferenza e l’entusiasmo. L’immagine d’ispirazione è quella delle Madonne addolorate, devote e sofferenti per il figlio, la rappresentazione più alta di un’emozione potente, e dei loro cuori che si ritrovano separati, staccati o uniti nei tagli dei capi.

I tessuti naturali, soliti nelle produzioni Mavì Taten, hanno, in questa collezione, una texture speciale: sono lavorati dal sole con l’aiuto di mascherine di giunco. L’energia del sole ha bruciato il tessuto così come la passione brucia e consuma l’uomo.

Si tratta di lini e cotoni che nel corso di un anno sono stati lasciati bruciare al sole cercando un disegno voluto dalla designer che ha lavorato su pannelli di giunco. Con il cambio delle stagioni cambiava anche il tempo di esposizione al sole; venti giorni, due mesi, tre mesi, sole e attese.

Altro elemento che prende consistenza grazie al fuoco è la ceramica, di cui Grottaglie (Ta), paese d’origine di Vittoria Formuso, è un grosso e importante centro di produzione. Qui sono stati realizzati i rossi cuori brillanti presenti nello shooting, attraverso il magico processo ceramico che fonde materiali ed elementi naturali.

Dunque ritorna il tempo, elemento fondamentale nella ricerca d’ispirazione del marchio, perché anche la passione ha il proprio momento; alcune si consumano in fretta, ma sempre ne rimane il segno.

Sabato 14 novembre dalle 18,30 sarà possibile visionare in anteprima i capi della nuova collezione, “Passione”, nella casa showroom della designer in via Oddino Morgari 12, Torino.

Chi è Vittoria Formuso, in arte Mavì Taten

Mi è sempre piaciuta la storia, ma poi ho capito che mi sarebbe piaciuto molto di più raccontare le storie. Cerco di farlo ora con gli abiti, mezzi espressivi particolarmente capaci di essere messaggeri di racconti e novelle. Non cambierei nulla del mio percorso formativo perché credo che l’emozione, la bellezza, la storia che è e può dare un vestito non può soltanto essere il risultato della frequentazione di corsi e scuole, ma è sensibilità, stimoli, idee, curiosità.

Ed è nella fantasia delle storie, nelle visioni dell’arte e in quelle immaginifiche della natura che si ritrova il mio stile, alla ricerca costante della leggerezza del visionario e del poetico.

Italo Calvino scriveva: “La leggerezza si associa con la precisione e la determinazione, non con la vaghezza e l’abbandono al caso”.

È nelle cose concrete e certe, importanti e sempre esistite come un albero e un fiore, che si ritrova la donna a cui mi rivolgo. Le stesse cose che, comunque, portano alla leggerezza della poesia e dell’immaginazione.

Vittoria Formuso

Mavi-11

Per Informazioni

Mavì Taten
Via Oddino Morgari 12, 10125 – Torino

Cell.: 349 4514779 || E-mail: info@mavitaten.com

Pagina Facebook: Mavì Taten

, ,

Commenti disabilitati