Art of Peace

“Art for Peace“ – Dal 1 giugno al 10 luglio, Ortona

La Mostra Internazionale di Pittura “Art for Peace” nasce dalla collaborazione tra il Comune di Ortona, attraverso l’Istituzione Palazzo Farnese, e la locale sezione del Lions Club, che intende così celebrare i suoi 50 anni di attività. L’evento si svolge negli storici locali di Palazzo Farnese, voluto da Margarita d’Austria, figlia dell’imperatore Carlo V progettato nel 1584 dal famoso architetto tardorinascimentale Giacomo della Porta e purtroppo mai portato a termine dopo la morte della committente, avvenuta nel 1586.

palazzo_farnese03

La manifestazione si rivela particolarmente densa di significato in questo particolare momento storico che stiamo vivendo, in cui guerre e stragi continuano a ripetersi nelle varie parti del mondo e soprattutto nei Paesi mediorientali e nel Nord Africa, in cui la fuga degli sfollati verso l’Europa angosciano le nostre coscienze, ma nello stesso tempo ci stimolano a riflettere e a riorganizzarci per poter contrastare in qualsiasi modo possibile, e congeniale a ognuno di noi, l’idea stessa della guerra.

Lo strumento che gli Artisti possono e devono utilizzare per esprimere le loro idee è la loro Arte, e questa rassegna vuole dare la possibilità ad artisti delle varie parti del mondo di poter dire la loro sull’idea della pace, che corrisponde poi alla stessa idea di libertà. In particolare, le opere in esposizione appartengono in gran parte alla corrente artistica “NETRAL-ISM”, che “si colloca come duttile, paziente punto di equilibrio tra il salto avulso, liquidatorio, del concettualismo puro e l’arduo e intricatissimo snodo dell’arte informale. Il Pensiero Neutralista si pone dunque in forte polemica con tutta quella contemporaneità che ha privilegiato e anteposto il concetto rispetto all’emozione: e proprio per questo il Movimento Neutralista prende le distanze dall’arte concettuale freddamente pura e cerebrale, priva dell’impronta diretta dell’artefice. Sosteniamo infatti che un’opera realizzata e mediata attraverso l’uso della sola ragione venga più che deprivata della sua componente e ossatura fondamentale, quella umanistica…” (F. Perilli).

manifesto pace corretto ok (1)

La connotazione fortemente emozionale, che sottende questo movimento, non nega però l’impegno da parte degli artisti. Oggi, dopo due guerre mondiali, di fronte ai disastri che abbiamo davanti agli occhi, gli artisti che aderiscono a questa iniziativa si mobilitano per lanciare il loro messaggio di pace, a prescindere da correnti e nazionalità. Essi infatti provengono da diverse nazioni europee ed extraeuropee, appartengono a culture molto diverse fra loro, ma sono presenti per affermare il loro impegno a voler contribuire alla realizzazione di un mondo in cui possa regnare la pace.

La mostra sarà inaugurata il 1° giugno 2016 alle ore 17.00 con una conferenza di presentazione che si terrà nella “Sala Margherita“ al primo piano del Palazzo Farnese mentre l’esposizione sarà allestita nelle sale del secondo piano.

In questi stessi locali nel 1981 venne organizzata dall’associazione Progetti Farnesiani diretta da Carlo Sanvitale la mostra internazionale di pittura “The soft land”, curata da Giorgio Cortenova, alla quale parteciparono artisti del calibro di Alice Aycok, Gage Taylor, Linde Burkhardt, Maureen Connor Carlo MauroDonna Dennis, Andrea Carnemolla, Fulvio Testa e altri, che richiamò l’attenzione della critica e del pubblico internazionali.

Liberati

L’auspicio è che anche “Art of Peace” curata da Aldo D’Anastasio, Presidente e direttore artistico dell’Istituzione Palazzo Farnese, da Cesare Saccenti e Franco Sciusco, possa avere il successo e l’attenzione che merita, poiché si tratta di un avvenimento di portata internazionale, che vede coinvolti 24 artisti di cui 14 provenienti da Belgio, Francia, Germania, Grecia, Spagna, Svizzera, Svezia, Russia, Giappone, Iran, Israele, Messico.

Per tutta la durata della Mostra, dal 1° giugno al 10 luglio, arderà la “fiamma della pace” su un tripode di ferro battuto realizzato dal maestro Raffaele Di Prinzio di Guardiagrele, e la bandiera della pace. All’evento parteciperanno anche tre musicisti: l’ortonese Paolo Angelucci al violino, Augusto Miccoli alla chitarra e Nikolai Popov al flauto, che accompagneranno gli artisti russi Irina Nantinian e David Babayan nella loro performance del 2 luglio alle ore 10.00 nella scala d’onore del Palazzo.

Tutta la manifestazione si svolge sotto il patrocinio della Croce Rossa Internazionale e di quella italiana, dell’Associazione Assisi Pax, Lions Club internazionale, Romano Canosa per gli Studi Storici, Il Cammino di S. Tommaso Apostolo, della Regione Abruzzo e della Provincia di Chieti. È stata fatta richiesta di patrocinio all’UNESCO. Sono stati invitati, infine, il Ministro dei Beni Culturali, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e tutte le Ambasciate delle Nazioni cui appartengono gli artisti stranieri partecipanti.

Per Informazioni

Art of Peace – Dal 1 giugno al 10 luglio 2016
Palazzo Farnese – Ortona, Chieti

Orari apertura: tutti i giorni dalle 16 alle 20  –  martedì, giovedì e sabato anche dalle 09 alle 13

Pagina Facebook: Art for Peace

,

Commenti disabilitati